Come Educare il Pappagallo

L‘uomo e il pappagallo: nel rapporto chi comanda nella coppia?

Il pappagallo è un fantastico animale da compagnia: affettuoso, intelligente, divertente.

I pappagalli sono animali longevi che possono vivere tanti anni. Per questo motivo è importante educare il pappagallo sin da quando è giovane.

[bullet_block  large_icon=”13.png” width=”” alignment=”center”]

  • Un pappagallo ben educato può diventare un ottimo compagno di vita, fedele e affettuoso. Per educare bene un pappagallo devi avere molta pazienza e devi dedicarci tempo.

[/bullet_block]

Il primo passo è conquistare il rispetto del tuo pappagallo: il pappagallo deve fidarsi di te e non deve avere paura. Infatti l’educazione di un pappagallo non avviene attraverso le punizioni ed i rimproveri. Se vuoi insegnare al tuo pappagallo a comportarsi in un certo modo, il trucco è premiarlo ogni volta che si comporta bene.

L’educazione di un pappagallo è diversa rispetto a quella di altri animali, come ad esempio il cane. Nei branchi di cani esiste un capo branco che domina sugli altri. Quando si educa un cane, l’uomo cerca di conquistare la stessa posizione di potere che in natura occupa il “capo branco”.Invece, nel caso di pappagalli non esiste un “capo branco” o meglio un “capo stormo”.

[bullet_block  large_icon=”13.png” width=”” alignment=”center”]

  • In natura i pappagalli vivono in stormi nei quali non esiste una gerarchia di potere, non c’è quindi un capo stormo che domina su tutti gli altri pappagalli come succede invece nei branchi di lupi e di cani.

[/bullet_block]
In cattività il pappagallo instaura lo stesso tipo di relazione che per istinto instaura in natura: paritaria.
Quindi la relazione tra l’uomo ed il pappagallo è paritaria, a differenza di quella che si instaura, ad esempio, con un cane. Questo aspetto è da tenere sempre a mente quando si cerca di educare il proprio pappagallo.

[bullet_block  large_icon=”13.png” width=”” alignment=”center”]

  • Cosa significa relazione paritaria? Il termine “relazione paritaria” indica che in quel tipo di relazione l’uomo e l’animale sono “uguali”, quindi l’uomo non può comandare il pappagallo.

[/bullet_block]
Lo dimostra il fatto che spesso i pappagalli, anche se sono addestrati, non obbediscono ai comandi dell’uomo. Il pappagallo addestrato ha imparato il significato dei rischiami dell’uomo ma a volte non obbedisce perché non ha voglia di fare una cosa.

Se trascorri molto tempo con il tuo pappagallo e impari ad utilizzare alcuni trucchi per educarlo, ti posso assicurare che sarà un fantastico animale da compagnia e ti darà parecchie soddisfazioni. Ad una condizione: la base dell’educazione di un pappagallo è il rispetto e la fiducia reciproca.


Home Addestramento Pappagalli Come Educare il Pappagallo

Qual è stata la tua esperienza?

Psicologa Valentina Gozzi♦ Valentina Gozzi ♦

Amo i pappagalli da quando ho acquistato due Conuri del Sole. Come psicologa ho studiato il loro comportamento e ti posso assicurare che sono animali intelligenti, affettuosi e simpatici. Con loro ti diverti sempre e non ti senti mai solo!

  1. Mi hanno regalato per i miei cinquant’anni un parrocchetto monaco, oggi ha cinque mesi, sto cercando di educarlo nel senso che le regole sono utili rispettarle. Quando disobbedisce, al solo fine di far capire questo concetto lo tengo in gabbia più del normale e lo ignoro. La mia domanda è sapere quanto sia utile o al contrario dannoso. Un grazie anticipato.

    • ♦ Valentina Gozzi ♦

      Buon giorno Antonio.
      Ignorare il pappagallo quando disobbedisce può funzionare in alcuni casi. Per esempio, se il pappagallo è in gabbia e grida perchè vuole uscire è meglio ignorarlo fino a quando smette.Tu cosa intendi per comportamenti “disobbedienti” del tuo pappagallo?

      In generale se vuoi educare il tuo pappagallo è meglio premiarlo ogni volta che esegue un comportamento positivo. I pappagalli, a differenza dei cani, non obbediscono sempre all’uomo perchè in natura non esiste un capo pappagallo che domina su tutti gli altri (invece tra i cani c’è un capo branco): non esistono gerarchie tra i pappagalli, tutti sono allo stesso livello.

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *